cos’è artisceniche.com

Benvenuti

Questo sito nasce in un momento di particolare difficoltà. Viviamo un periodo storico  che odora di dopoguerra, sia economicamente che culturalmente.

 

Nella mia esperienza di intervistatrice ho capito da subito quale fosse l’importanza  di questo lavoro:  quando si va a teatro a vedere la danza, la prosa o la musica, non sempre i contenuti sono di immediata comprensione. É quindi indispensabile dare voce agli artisti che mettono in scena l’opera, in modo che lo spettatore possa capire meglio quali siano le intenzioni, non solo di chi lavora nelle arti performative, ma dei personaggi a cui dà vita chi sta sul palco. È importante che chi guarda colga il sottotesto, i riferimenti, l’interazione tra voce, gesto, luci, musica, parole, ritmo, dinamiche psicologiche.

 

Mi sono quasi sempre posta con grandissima curiosità davanti agli artisti che ho intervistato nella mia carriera, anche se erano giovanissimi, perché il mio scopo principale è sempre stato e sarà sempre quello di capire. Quando non l’ho fatto, mi sono dovuta poi ricredere, rendendomi conto che ero io che, nella mia presunzione, non avevo capito.

 

Ho sempre pensato che lo scopo di un giornalista non sia solo quello di riportare le notizie con obiettività ma che, nel campo dello spettacolo, sia quello di essere un tramite tra l’artista e il pubblico.  Per me l’artista deve potersi esprimere in più ambiti.  Parlare e raccontarsi può integrare in maniera facilmente fruibile ciò che è il suo operato.

 

È probabile che sia davvero una follia dedicarsi a temi come il teatro, la danza, il cinema, la musica in un periodo come questo. Ma io credo fermamente che il teatro, la danza, la musica, il cinema e tutte le arti, nei periodi più difficili, siano indispensabili per ricordarci che siamo vivi e che la nostra mente e la nostra anima non possono e non devono appassire.

 

 

Credo profondamente nell’interdisciplinarietà delle arti e nell’evoluzione delle stesse. Spero di riuscire sempre a dare voce agli artisti, in modo da poter offrire  loro uno spazio ulteriore di espressione e di dare a voi che leggete  la possibilità di usufruire  dell’intelligenza e della creatività delle persone che incontro.

 

Segnalatemi tutti gli eventi, i festival, i gruppi musicali, ( anche stranieri) le iniziative teatrali, gli spettacoli, gli artisti e i progetti che credete meritino attenzione, anche se magari non supportati, per esempio, da un‘etichetta discografica.  Sarebbe inoltre magnifico se, anche con il vostro aiuto, si riuscisse a creare un calendario degli eventi che altrimenti non si riescono a rintracciare perché troppo dispersi nella rete.

 

 

ancora benvenuti e buona navigazione

 

 

Elena De Dominicis